Delia Vaccarello,
Sciò,
Milano, Mondadori, 2007

di Domenico Balducci

     Delia Vaccarello, giornalista e scrittrice, si occupa da tempo della sessualtà giovanile e in particolare della ricerca dell'orientamento sessuale negli adolescenti. È sua la rubrica dedicata alle tematiche omosessuali Uno, due, tre liberi tutti, che esce il martedì ogni quindici giorni su L'Unità. Scrittrice in proprio, ha curato le prime quattro edizioni dell’antologia di racconti Principesse azzurre (Mondadori 2003, 2004, 2005, 2006).

     Nel 2005 ha pubblicato, sempre per Mondadori, L'amore secondo noi, storie di adolescenti alla ricerca della propria identità. Questo titolo è stato poi adottato dalla campagna pubblica L'amore secondo noi, contro l'omofobia e per il diritto alle differenze di identità e di orientamento sessuale, promossa dal Comune di Venezia.

     Sciò è uscito sull'onda del successo di questi racconti e ripropone, questa volta a fumetti, altre storie confidate all'autrice da ragazze e ragazzi via mail, telefono o durante incontri a scuola.

     Prima di ciascuna delle otto storielle, illustrate da Giulia Argnani, due paginette propongono, con linguaggio in verità più adatto a degli infanti che a degli adolescenti, testimonianze, domande e considerazioni sull'amore e l'innamoramento.